Contenuti

Mostra - Ottocento romantico

Sala 1 - LA PITTURA DI STORIA

 

 Il primo romanticismo coincide dal punto di vista politico con l’età della Restaurazione, caratterizzata dopo il 1848  dai rivolgimenti nazionali con cui si affermano le idee di libertà e indipendenza  ereditate dalla rivoluzione francese, che culminano nel Risorgimento e nell’Unità d’Italia. Gli artisti sono spesso, perciò, anche dei patrioti e dei combattenti per l’unità nazionale, veri e propri pittori-soldati come i fratelli Domenico e Gerolamo Induno, Giorgio Fattori, Eleuterio Pagliano e Sebastiano De Albertis, appunto, l’autore della celebre Carica di Carabinieri a Pastrengo, che, presentato nel 1880 a Milano, fu acquistato dal re Umberto I e si trova oggi al Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri. In questo grande bozzetto preparatorio a tempera di un metro e mezzo di altezza per oltre tre metri e mezzo di larghezza, non c’è solo l’idea spettacolare e travolgente della carica dei carabinieri a cavallo, ma un’idea di coralità e di trascinante volontà che sembra magnificamente riassumersi nella spada sguainata del capitano Angelo Bernardino Morelli di Popolo, metafora degli ideali stessi di libertà e di riscatto nazionale del Risorgimento.