Contenuti

Mostra - Ritrovamenti, completamenti e nuove acquisizioni 2018.

Sala 3 - RITROVAMENTI: GEREMIA FUMAGALLI

 

Insieme a Livio Benetti, ad Angelo Vaninetti, a Guerrini, e a Valter Vedrini, geremia Fumagalli è stato uno dei protagonisti dell’arte valtellinese del secondo Dopoguerra. E’ dunque particolarmente significativa la presenza di una sua opera nelle collezioni artistiche della Bps. Sebbene oggi noto soprattutto per i grandi cicli di incisioni sul paesaggio e sull’architettura rurale valtellinese, è nei dipinti ad olio, cui si dedicò fino alla metà degli anni Sessanta, che rifulge la sua originalità d’artista sensibile alla lezione delle avanguardie europee che egli si sforza di interpretare in modo del tutto personale, rinnovando profondamente la tradizionale rappresentazione pittorica del paesaggio rurale valtellinese. Questo Nucleo di case rurali in Valtellina del 1959, appartiene appunto a questo gruppo di dipinti che si distingue per il raro tono notturno del paesaggio e per la particolare ricerca degli effetti cromatici espressivi della “ruralità”.