Contenuti

Mostra - Ritrovamenti, completamenti e nuove acquisizioni 2018 nelle Collezioni d’arte della Bps

Sala 1 - ORFEO TAMBURI: QUATTRO XILOGRAFIE

 

Le quattro xilografie che presentiamo in questa sala provengono da una recente donazione alla Bps da parte di Riccardo Maggioli, socio romano della banca, e della moglie, amica e compagna di scuola nel ’28-’29 di Orfeo Tamburi da cui le ricevette a suo tempo in dono. Le xilografie risalgono al periodo giovanile degli esordi dell’artista a Roma e sono tutte copie uniche e inedite, ad eccezione della Composizione donna e pesce che costituisce la variante di una nota xilografia con lo stesso titolo e può considerarsi, perciò, anch’essa in parte inedita e di un'altra incisione Al Caffè, quasi certamente presentata a una delle prime mostre romane dell’artista nel 1930 e poi scomparsa però dalla circolazione e dal suo catalogo. La loro importanza è dunque eccezionale non solo e non tanto perché vengono a confermare l’importanza che la xilografia, che Tamburi apprese da autodidatta, ha avuto agli inizi della sua carriera artistica, ma perché documentano nel complesso il passaggio, all’interno della sua ristretta produzione xilografica, dal linguaggio bidimensionale, aspro e netto nei contrasti, proprio dell’incisione su legno, a composizioni sempre più ariose e ricche di effetti chiaroscurali che conducono sempre più l’artista verso il colore e a pittura.