Stampa
Contenuti
 
 

Domenico Landini

(Parma 1783 - Milano 1835)

Biografia

Nato a Parma nel 1783, si trasferì presto a Milano dove si diede inizialmente al commercio di stampe divenendo in seguito incisore molto attivo in Lombardia e in Piemonte come collaboratore di diversi stampatori ed editori, come gli Artarìa, i fratelli Bettalli o il cremonese Luigi Micheli, per il quale illustrò con centinaia di acquetinte gli otto volumi dei Viaggi in Italia di Francesco Gandini e incise quelle dei Promessi sposi su disegno di Antonio Bottazzi.  
Alcune sue acquetinte incluse nell’album Pitture a fresco del Campo Santo di Pisa intagliate da Carlo Lasinio e stampato a Firenze nel 1812, si distinguono per qualità e raffinatezza esecutiva, oltre ad essere oggi particolarmente preziose per la riproduzione degli affreschi di Benozzo Gozzoli distrutti nei bombardamenti del ’44. La stessa qualità si riscontra anche in alcune delle successive incisioni in bianco e nero su Milano, come quella del Duomo. Di particolare effetto scenografico restano poi le sue acquetinte colorate contenute nelle XII Vedute dei dintorni di Torino, realizzate per l’editore Reycend nel 1824 su disegno di Marco Nicolosino e nelle Vedute di Milano del 1830.
Per il resto la sua produzione si mantiene su un livello  alquanto mediocre, soprattutto nelle incisioni contenute nei Viaggi in Italia del Gandini in cui raffigura luoghi da lui mai visitati, come Chiavenna, ad esempio, dove riprende l’acquaforte del Meyer, o Bergamo per le quali si rifà ad alcune opere del Berlendis.  
Morì a Milano nel 1835

Bibliografia

Link

Opere in catalogo