Contenuti
Immagine dell'opera

Giancarlo Vitali

(Bellano 1929 - )

Ombre fossili (3)

Dimensioni

Lastra sup. mm 175x285 e lastra inf. mm 205x285

Tecnica

Acquaforte su zinco

Firma

Provenienza

Acquisto diretto da editore

Esposizioni

Commento

Gli animali morti e le loro teste sono parte integrante del repertorio iconografico di Vitali. Vittime sacrificali, nelle loro carni squartate la vita trionfa per un ultima volta attraverso il colore, così come nelle loro teste l'occhio diventa la spia di un ultimo palpito che sollecita la nostra pietas. Anche in un'immagine di morte la natura ci appare, insomma con un volto vivo.
Nel mondo fossile tutto questo scolora. L'opulenza della carne rifluisce nella secca durezza del teschio. L'intrico trionfante del colore lascia il posto al geologico disfacimento delle ossa e dove c'era un occhio a implorare la nostra pietas c'è ora solo una vuota cavità, un buco nero che risucchia la nostra sensibilità nell'immemore profondità del tempo. Ciò che nella pittura è vita, qui diventa solo traccia di vita, vita che fu.

Note