Contenuti
Immagine dell'opera

Pittore ignoto del XVIII sec.

( - )

Cireneo (Il)

Dimensioni

cm 59,5x40

Tecnica

Olio su tela

Firma

Provenienza

Collezione Battista Leoni

Esposizioni

Commento

Nel Settecento la Via Crucis, diffusa nella cristianità latina dai francescani custodi del santo sepolcro di Cristo a Gerusalemme, conosce il suo momento di massima diffusione in area lombarda. Ne è testimone questo dipinto di ignoto maestro del XVIII secolo, che raffigura una delle stazioni della Via Crucis, quella in cui un uomo di Cirene viene preso e costretto a portare sulle sue spalle per un tratto la croce di Cristo appena rialzatosi da una caduta. Il tema della Via Crucis, come sacra rappresentazione, trova, del resto, nel gusto scenografico e teatrale del Settecento, oltre che nella fede, uno dei suoi maggiori veicoli di rilancio e di diffusione. Qui la scena, inquadrata entro un arco che, come le tende di un sipario, serve a darle profondità, è piuttosto convenzionale e priva di particolare forza drammatica, anche se, nell'insieme, di discreta fattura. Sui volti dei soldati non c'è ferocia o crudeltà, semmai qualche cenno di derisione. Cristo è un convenzionale Christus patiens, che patisce e sopporta la sofferenza. Il Cireneo, infine, ha l'usuale espressione di ottusa rassegnazione propria di chi è forzato a un compito di cui non può intendere la portata salvifica, alla pari di chi glielo ha imposto.

Note