Stampa
Contenuti

Titolo dell'opera:

Morbegno (1955)

Autore:

Livio Benetti

(Trento 1915 - Sondrio 1987)

Dimensioni:

cm 50x60

Tecnica:

Olio su tavola

Stile:

Naturalismo novecentesco

Firma:

Firmato e datato in basso a destra: Benetti '55

Provenienza:

Acquisto diretto dall'autore

Morbegno (1955)

Anche qui, come nel caso della veduta di Chiavenna (vedi scheda), il fulcro della composizione è rappresentato dall’emergenza architettonica di un edificio religioso, la chiesa di S. Giovanni, assunto a simbolo e vertice del paesaggio urbano. Ma qui la grande facciata settecentesca della chiesa non ha, tuttavia, la perentorietà e l’imponenza che, nel caso di Chiavenna, aveva il campanile di S. Lorenzo. E’ piuttosto la Colma di Dazio, che chiude sul fondo l’orizzonte, a dominare la vasta piana in cui si allunga l’abitato di Morbegno. Identico, invece, è l’effetto acquarellistico del colore che unisce le due composizioni, mentre appare più accentuata la costruzione diagonale della prospettiva che dà ai paesaggi di Benetti degli anni Cinquanta una singolare profondità.  Non deve, perciò, trarre in inganno la rapidità del tocco e il guizzo della pennellata, perché qui non è il colore, ma la perfetta padronanza della geometria costruttiva e del disegno a darci tutta in primo piano la piena rappresentazione della cittadina. Per il resto, la resa atmosferica è tutta affidata alle sapienti velature con cui Benetti riesce a imprimere alle composizioni di questo periodo quella morbida e soffusa tonalità grigio-azzurrina che ottiene sfruttando le calde e dorate tonalità del legno su cui dipinge.