Stampa
Contenuti

Titolo dell'opera:

Bormio, la torre del Contado (1940)

Autore:

Emilio Sommariva

(Lodi 1883 - Milano 1956)

Dimensioni:

cm 44x38,5

Tecnica:

Olio su tavola

Stile:

Naturalismo novecentesco

Firma:

Firmato e datato in basso a sinistra: E. Sommariva 1940

Provenienza:

Acquisto da collezione privata

Bormio, la torre del Contado (1940)

Abbandonando per un momento il paesaggio naturale degli alpeggi d'alta quota, Sommariva ci offre qui uno scorcio urbano di Bormio. Di questo centro dell'Alta Valtellina si trovano nel suo archivio fotografico parecchie immagini, ma non questa che Sommariva ha preferito affidare al pennello più che all'obiettivo, anche se l'inquadratura sembra di taglio decisamente fotografico. Anche lo stile che mira all'evidenza realistica dello scorcio, appare diverso da quello suggestivamente indeterminato che caratterizza le atmosfere di molti suoi paesaggi. Nella luce intensa del sole estivo risalta il viottolo che scende fra baite e giardini verso l'antica torre con la bifora e i merli ghibellini al sole al centro della scena. Inquadrata dai tetti delle case in primo piano essa si proietta solitaria all'orizzonte, quasi vertice e sintesi tra paesaggio urbano e paesaggio naturale.