Stampa
Contenuti

Titolo dell'opera:

Prabello, ritorno dalla Messa (1951)

Autore:

Emilio Sommariva

(Lodi 1883 - Milano 1956)

Dimensioni:

cm 25x35

Tecnica:

Olio su tavola

Stile:

Naturalismo novecentesco

Firma:

Firmato e datato in basso a destra: E. Sommariva 1951

Provenienza:

Acquisto da collezione privata

Prabello, ritorno dalla Messa (1951)

Negli ultimi anni di vita Sommariva ritorna a una pittura di atmosfera in cui il paesaggio, tuttavia, si arricchisce di motivi aneddotici e narrativi. Se si paragona, ad esempio, questo Prabello del '51 a quello del '27 (vedi scheda) o ai paesaggi alpini degli anni Trenta, si può vedere, infatti, come la scena del paesaggio colto nel muto dialogo atmosferico dei suoi elementi puramente naturali fusi dalla luminosità, abbia ceduto il posto alla presenza caratterizzante dell'uomo entro la natura. Anche la rappresentazione del piccolo ponticello che l'uomo e la donna sono in procinto di attraversare, contribuisce a connotare umanamente la scena. La presenza umana, d'altronde, infonde nuovi significati al paesaggio naturale. In questo caso vi introduce, ad esempio, un sentimento di pietas e di genuina religiosità popolare dal sapore schiettamente segantiniano.

Sommariva non indugia nella descrizione delle due persone. L'uomo e la donna appaiono come sagome il cui volto si perde nella soffusa e nebbiosa luminosità dell'insieme, come il prato e le rocce con cui tendono, perciò, a costituire tutt'uno.